TORRE DI COLLARMELE


 

STORIA DELLA TORRE DI COLLARMELE

 

La Torre di Collarmele è stata costruita intorno al 1300 e serviva sia per difesa da attacchi esterni insieme alle mura di cinta, che per comunicazione con le altre fortificazioni vicine.

La Marsica, infatti a partire dall’età dei conti Berardi nel 926, iniziò a costruire e a ricostruire tutti paesi in punti impervi, con mura fortificate e una torre o castello, che fossero allineati e a poca distanza l’un con l’altro, di modo da comunicare a vista possibili attacchi esterni o per problemi interni.

Grazie a ciò a partire dall’età dei conti Berardi la Marsica fu per molto tempo, luogo ameno e tranquillo, fino al 400 quando scoppiarono le guerre fraticide tra Orsini e Colonna.

In questa cornice s’inserisce la Torre di Collarmele che con la sua posizione teneva sott’occhio il Passo di Forca Caruso, snodo fondamentale per il passaggio di merci e persone.

Le costruzioni fortificate con cui la Torre di Collarmele era sempre in contatto, erano la Torre di Aielli e il Castello di Celano.

Superata l’età medievale la Torre è divenuta il simbolo del paese di Collarmele, superando indenne anche i tremendi terremoti del 1703 e del 1915 e di recente quello del 2009.

A partire dall’inizio del secolo XXI la Torre di Collarmele è divenuta la sede ufficiale della Proloco di Collarmele.

Attualmente all’interno della Torre vi è allestito un presepio permanente, costruito dagli abitanti del piccolo borgo, che è visitabile nei mesi invernali.

 

 


STRUTTURA DELLA TORRE DI COLLARMELE

 

La Torre di Collarmele è alta 18,45 m, con un diametro di 9,60 m e presenta feritoie su tutte le direzioni che servivano a scagliare frecce sul nemico in avvicinamento.

 

 
 

BIBLIOGRAFIA

 

1) www.trasacco.terremarsicane.it

2) http://www.fucino.altervista.org/pagina-875327.html

3) LA STORIA D’ITALIA A FUMETTI di Enzo Biagi

4) http://santanatolia.it/storia/capitolo-iv

5) http://www.comune.avezzano.aq.it/index.php?id_sezione=427

6) http://www.pereto.terremarsicane.it

7) http://www.celano.terremarsicane.it/index.php?module=CMpro&func=viewpage&pageid=26

8) http://www.icastelli.it

9) www.lucodeimarsi.terremarsicane.it

10) Articolo scientifico : “Tracce archeologiche di un terremoto tardo-antico nella Piana del Fucino (Italia centrale) di F. Galadini, E. Falcucci, A. Campanelli, E. Ceccaroni.

11) www.terremarsicane.it/marsica/?qnode/187

13) V.D’Ercole, L’italia prima di Roma, Pescara 1998

14) Van Wonterghem, I Peligni e il loro territorio prima della conquista romana

16) www.spaziovidio.it

17) www.wikipedia.org

18) Santellocco A.F. (2004) – MARSI STORIA E LEGGENDA – TOVTA MARSA (Luco dei Marsi)

19) http://www.pereto.info/contemporanea.htm

20) http://www.fucino.altervista.org/pagina-875327.html

21) http://www.itisavezzano.it/pagine/b00012.asp

22) http://www.santemarie.terremarsicane.it/

23) http://www.terremarsicane.it/category/luco-dei-marsi/

24) http://www.tagliacozzo.terremarsicane.it

25) www.civitellaroveto.org

26) www.civitellaroveto.terremarsicane.it

27) Marco Bianchini – Edilizia storica della Marsica occidentale – Editrice Dedalo di Roma

28) http://www.santemarie.terremarsicane.it/

29) www.albafucens.info,

30) www.mondomedievali.net

31) Testo di Ireneo Bellotta ” I CASTELLI D’ABRUZZO” – Newton Compton Editori

 

 


TORRI E CASTELLI DELLA MARSICA


COLLARMELE