PESCASSEROLI – FONTANA SAN ROCCO


STORIA DELLA FONTANA DI SAN ROCCO DI PESCASSEROLI

______________

XX secolo

La fontana di San Rocco è fontana storica della cittadina di Pescasseroli. La fontana sorge a ridosso del paese lungo la SR 83 in direzione Marsica, ed è chiamata sia fontana di San Rocco, per la vicinanza alla chiesetta di San Rocco, oggi non più presente, sia fontana degli Orsi, per le due teste di orso in bronzo da cui sgorga l’acqua.

La fontana è stata costruita in epoca fascista, in coincidenza con il periodo di costituzione del Parco Nazionale d’Abruzzo. Con il tempo la fontana è divenuta un luogo di ritrovo importante per la comunità di Pescasseroli.

Superata indenne la seconda guerra mondiale, la fontana ha continuato per tutto il dopo guerra fino alla fine del secolo ad erogare acqua, divenendo nel tempo un punto di riferimento turistico nell’ambito del turismo di montagna presente a Pescasseroli.

 

_____________

XXI secolo

Con il nuovo secolo la fontana è divenuta anche un bene storico, diventando uno dei simboli di Pescasseroli e come tale viene valorizzata inserendola nei percorsi turistici di Pescasseroli.

Dall’inizio del 2018 è in corso un restauro generale dell’antica fontana condotto dal Comune di Pescasseroli insieme all’Ente Parco Nazionale d’Abruzzo.

 

 


STRUTTURA DELLA FONTANA DI SAN ROCCO DI PESCASSEROLI

 

Sul piano architettonica la fontana è una struttura a muro, composta da un corpi di pietra, liscia e squadrata, addossato ad una parete a terminazione orizzontale in conci di pietra sbozzati, con finitura rustica.

Sul lato sinistro una lunga e bassa vasca funge da abbeveratoio. La fontana si compone in due strutture a parallelepipedi: uno inferiore, coperto da una lastra di pietra con fori per la raccolta dell’acqua, e uno superiore, più arretrato, su cui si trovano due teste di orso in bronzo, da cui sgorga l’acqua, a causa di ciò la fontana è conosciuta anche come “Fontana degli Orsi”.

Oltre a ciò sulla fontana è presente un elemento importante, concluso da una decorazione a dentelli con cornice  e attico superiore, che si posiziona sotto una parete rocciosa dove è incisa una scritta:

“PARCO NAZIONALE D’ABRUZZO SORTO PER LA PROTEZIONE DELLE SILVANE BELLEZZE E DEI TESORI DELLA NATURA QUI INAUGURATO IL IX SETT. MCMXXII.”

Sul lato destro della struttura centrale della fontana vi è una vaschetta a mensola, con bordo a toro, che raccoglie l’acqua da una cannella inserita nella bocca di una testa di leone in pietra. Nella parte alta della fontanella è poi presente una croce di ferro posta su di una roccia in cui è incisa l’iscrizione:

“MISSIONE P. P. REDENTORISTI ANNO GIUBILARE 1934 – O CRUX AVE SPE UNICA”.

 

 


BIBLIOGRAFIA

 

1) http://www2.regione.abruzzo.it/xCultura/index.asp?modello=fontanaAQ&servizio=xList&stileDiv=monoLeft&template=intIndex&b=menuFont2611&tom=611

 

 


FONTANE DELLA MARSICA


PESCASSEROLI