AVEZZANO – CHIESA DI SAN ROCCO

 


 

STORIA DELLA CHIESA DI SAN ROCCO DI AVEZZANO

___________

XX Secolo

 

Terremoto del 1915

Nel 1915 il tremendo terremoto di Gioia dei Marsi distrugge
tutta la Marsica.
Avezzano viene completamente rasa al suolo. Come tutta la
città, anche la precedente chiesa di San Rocco e il relativo quartiere vengono completamente distrutti dal sisma.

 

La ricostruzione della chiesetta di San Rocco

Negli anni ’30, a distanza di molti anni dal terremoto, nel quartiere di San Rocco (zona centro-orientale di Avezzano), che viene rinascendo piano piano, viene edificata una nuova struttura religiosa.

La nuova chiesa viene costruita tra il 1937 e il 1939. Alla fine dei lavori la struttura risulta di piccole dimensioni e viene inaugurata l’8 dicembre 1939 con il nome di chiesa del Sacro Cuore.

La comunità locale risulta molto delusa della struttura, ma soprattutto del nome dato alla nuova chiesa.

Le forti proteste toccano il vescovo Bagnoli che muta il nome alla chiesetta rinominandola parrocchia di San Rocco.

 

 

La Seconda guerra mondiale

Nel 1940 l’Italia entra in guerra e dopo tre anni viene perdendo su tutti i fronti.

Ciò porta prima al crollo del fascismo e poi all’invasione tedesca del settembre 1043. Si forma la Linea Gustav che tagli l’Italia in due. Tedeschi e Alleati combattono intorno a questa linea tra ottobre ’43 e giugno ’44.

La gente abruzzese subisce in pieno sia lo stato di polizia tedesco che i bombardamenti alleati. Il periodo è durissimo per tutti.

Tra gennaio e maggio 1944 gli Alleati bombardano massicciamente Avezzano riducendola in un cumulo di macerie. La città è nuovamente distrutta per il 70%.

Tuttavia gli Alleati e gli antifascisti guadagnano posizioni e alla fine irrompono nella Linea Gustav occupando il centro Italia. Gli Alleati liberano la Marsica alla metà di giugno 1944. Nell’aprile ’45 l’Italia è completamente liberata dai nazifascisti.

 

 

I danni della guerra

Superata la guerra si contano i danni e si nota con malinconia il disastro che ha colpito la cittadina abruzzese.

Tuttavia la piccola chiesa di San Rocco non sembra aver riportato danni e può tornare a svolgere la propria attività religiosa in modo più tranquillo.

 

 

Il dibattito sulla nuova chiesa di San Rocco

Finita la guerra con una città distrutta e molti problemi da risolvere, la questione della chiesa di San Rocco passa per qualche anno in secondo piano. Tuttavia, alla gente del quartiere continua a non piacere la struttura venuta su negli anni ’30, poiché non rispecchia per nulla i loro desideri.

Successivamente, passati alcuni anni con la città ricostruita e molte questioni che hanno trovato soluzione, si torna a parlare della chiesetta di San Rocco.

Così, dopo una serie di dibattiti, si decide di erigere una nuova struttura più grande dell’attuale.

 

 

La nuova chiesa di San Rocco

Nel corso degli anni ’50 partono finalmente i lavori della nuova chiesa di San Rocco.

I lavori durano qualche anno e poi finalmente il 16 agosto 1958 viene inaugurata la nuova chiesa parrocchiale di San Rocco alla presenza del ministro Giuseppe Spataro.

 

 

La chiesa di San Rocco nel 1958-2000

Con l’inaugurazione della nuova struttura religiosa di San Rocco, la vecchia chiesetta viene riadibita a sala di proiezione cinematografica

Negli anni la chiesa di San Rocco ha saputo divenire il punto di riferimento sociale più importante dello storico quartiere di Avezzano.

Con il tempo il quartiere di San Rocco vede aumentare la propria popolazione residente.
Ciò comporta anche una crescita d’importanza della chiesa parrocchiale, che si ritrova a servire una comunità più numerosa, confermando il suo ruolo di principale punto di aggregazione della comunità stessa.

___________

XXI Secolo

 

La chiesa di San Rocco nel nuovo secolo

La chiesa di San Rocco, come altre chiese di Avezzano, oltre alle attività religiose e sociali, favorisce con varie iniziative la crescita culturale della cittadina e il recupero della propria memoria storica.

 

 

Terremoto dell’Aquila

Nel 2009 avviene il terremoto dell’Aquila, che distrugge la città e scuote la Marsica, producendo danni lievi, concentrati soprattutto nelle chiese e nelle zone più vicine al cratere del sisma.

Nel caso della chiesa di San Rocco viene danneggiato il campanile, che viene subito riparato e consolidato.

 

 

Terremoto di Amatrice

Nel 2016-17 abbiamo una serie di forti scosse nella zona di Amatrice, che distruggono interi paesi del centro Italia.

Tuttavia per fortuna la zona della Marsica viene toccata solo marginalmente da questo nuovo sisma, che produce pochissimi danni.

 

 

– La chiesa di San Rocco nel 2018

Ad oggi la chiesa di San Rocco è pienamente funzionante e molto frequentata dalla comunità locale.

 

 


 

STRUTTURA DELLA CHIESA DI SAN ROCCO DI AVEZZANO

 

Ubicazione

La chiesa di San Rocco è in stile moderno ed è situata nella parte centro-orientale del nucleo abitativo di Avezzano.

 

 

Pianta

La pianta della chiesa è a impianto rettangolare ad andamento longitudinale e a navata unica, che termina con abside quadrata e due cappelle ad esso simmetriche.

 

 

Struttura interna

 

Interno della chiesa di San Rocco

(immagine personale).

 

Dal punto di vista strutturale la chiesa è costituita da travi e pilastri in cemento armato e solaio in laterocemento.

La copertura è un tetto a due falde rivestito con un manto di copertura in laterizio.

Nella disposizione interna, la struttura è formata da una navata unica con abside quadrata, con due piccole cappelle laterali e simmetriche a quest’ultima.

La zona presbiteriale è rialzata di due gradini rispetto al piano di calpestio della navata.

Al di sopra dell’altare maggiore è presente una grande croce lignea: al sopra e in asse con questa abbiamo una croce vitrea, che risalta nell’ambiente interno.

Nella parete laterale destra abbiamo tre piccoli altari, mentre in quella di sinistra ci sono il confessionale e la zona di canto vicino all’altare maggiore.

 

 

Parete destra (immagine personale).

 

Sulle pareti laterali sono appesi dipinti con scene religiose.

 

 

Facciata

Facciata della chiesa di San
Rocco (immagine personale).

 

 

La facciata presenta un attacco a terra, caratterizzato da una scalinata piramidale che occupa tutta la lunghezza.

Il sistema delle bucature è composto da un portale in travertino in asse centrale della navata, con al di sopra cinque rosoni addossati a forma di croce, e da due portali più piccoli ed esso simmetrici.

Troviamo poi una grande cornice in travertino che divide la parte inferiore, rivestita con lastre rettangolari anch’esse in travertino, da quella superiore, composta da un reticolo di travi in cemento armato a forma quadrata, al cui interno sono presenti mattonelle decorative in ceramica di colore giallo e verde.

 

 

Campanile

Campanile della chiesa di San
Rocco (immagine personale).

 

 

La torre campanaria è a base quadrata, e si affianca sul lato sinistro della facciata principale. La cella campanaria è con monofore nelle facce e copertura a tronco piramidale.

 

 


 

BIBLIOGRAFIA

 

1) https://necrologie.repubblica.it/chiese/provincia-4-aquila/citta-427-avezzano/4508-chiesa-di-san-rocco

 


CHIESE DELLA MARSICA


AVEZZANO