CHIESA DI SAN GIUSEPPE DI CAPISTRELLO


 

 

STORIA DELLA CHIESA DI SAN GIUSEPPE DI CAPISTRELLO

___________

XX secolo

 

Nel corso del secondo Novecento Capistrello viene contando quasi 6.000 abitanti, per poi diminuire nel corso dei decenni successivi a causa della seconda grande emigrazione.

Tuttavia la popolazione del borgo continua ad essere stabile intorno ai 5.500 abitanti. La presenza di una così cospicua popolazione porta alla fine degli anni ’50 alla necessità della costruzione di una nuova chiesa posta nella parte nuova del paese.

E’ così che nel giro di qualche anno nasce nel 1962 la nuova chiesa di San Giuseppe posta nella parte nuova del paese.

La nuova chiesa nel giro di alcuni anni si afferma come importantissimo riferimento sociale del paese e  appoggia le varie iniziative sociali volte alla crescita di Capistrello.

Con gli anni ’80 abbiamo il boom economico della Marsica, che permette al territorio di affermarsi come il più importante dell’Abruzzo in chiave industriale.

Capistrello come altri borghi viene in parte coinvolto da questo boom, e successivamente il paese si ristruttura al livello urbanistico e riscopre la propria storia con nuove iniziative culturali per lanciarsi sul piano turistico.

In questo senso la chiesa di San Giuseppe collabora con il paese facendo da aggregatore sociale nel lancio d’iniziative culturali.

 

___________

XXI secolo

 

Con il nuovo secolo la chiesa di San Giuseppe continua ad essere centrale nella vita della cittadina marsicana, proseguendo la sua opera sociale a sostegno del paese.

Nel 2008 è stato inserito nella chiesa un nuovo altare con affissa una targa, che riporta la seguente dicitura: “questo altare impreziosito con le relique di San Lorenzo, S. Agnese e S. Barbara, realizzato dalla ditta S.I.M.M.A. di Ricci A. e P. di Avezzano a spese del comitato S. Antonio 2008 e del gruppo donne azione cattolica, è stato inaugurato e benedetto dal parroco don Antonio Sterpetti nella notte di Natale 2008.

 

 

La chiesa di San Giuseppe oggi. (Immagine personale)

 

Nel 2012 si è avuto un importante restauro con il rifacimento del tetto e delle decorazioni interne. In pratica sono stati realizzati i lavori di tinteggiatura e decorazione delle pareti e soffitti interni ed è stato sostituito il manto di copertura tramite pannelli sandwitch isolanti.

 

 


 

STRUTTURA DELLA CHIESA DI SAN GIUSEPPE DI CAPISTRELLO

 

 

Pianta

La chiesa di San Giuseppe.

(Immagine personale)

 

La pianta della chiesa è di tipo longitudinale con lo spazio interno ad aula unica. La navata centrale si interseca con il transetto conferendo alla chiesa una pianta del tipo a croce latina.

 

 

Struttura interna

 

La disposizione interna si presenta come accennato sopra ad aula unica con forma rettangolare. A livello decorativo la chiesa si presenta elegante e ben disposta nell’arredo.

La tinteggiatura delle pareti unita alla pavimentazione di lastre rettangolari in marmo rendono l’ambiente piacevole sia al fedele che ad un visitatore.

Sullo sfondo abbiamo il presbiterio, dove è posto l’abside a terminazione semi-ottagonale e al centro di questo troviamo l’altare rialzato di due gradini rispetto al piano di calpestio. Ai lati del presbiterio si aprono due piccole cappelle a base rettangolare.

A fianco al corpo principale della chiesa si ha un piccolo vano laterale adibito a sagrestia.

Sul piano strutturale la chiesa  è stata creata con struttura portante in cemento armato, composta da pilastri e travi.

 

 

Facciata

Facciata della chiesa di San Giuseppe.

(Immagine personale)

 

La facciata si presenta con un corpo simmetrico con portico all’ingresso, costituito da un arco centrale.

Al di sopra del portone d’ingresso troviamo un rosone a forma esagonale. La facciata è rivestita da lastre di marmo bicolore a strisce verticali.

 

 


BIBLIOGRAFIA

 

1) https://necrologie.repubblica.it/chiese/provincia-4-aquila/citta-1314-capistrello/36-chiesa-di-san-giuseppe

 


CHIESE DELLA MARSICA


CAPISTRELLO